Battuta d'arresto in USA nella vendita di case

giugno 17, 2024
Sorgente:
Christian Morasso
Visite:
46
  • text size

Le vendite di case esistenti negli Stati Uniti sono diminuite inaspettatamente ad aprile poiché i tassi ipotecari più elevati e i prezzi delle case hanno pesato sulla domanda, infliggendo un'altra battuta d'arresto al mercato immobiliare.

Le vendite di case sono diminuite dell'1,9% il mese scorso ad un tasso annuo destagionalizzato di 4,14 milioni di unità, ha riferito la National Association of Realtors. Anche le vendite sono scese dell'1,9% rispetto a un anno fa. Gli economisti intervistati da Reuters avevano previsto che le rivendite di case sarebbero aumentate a un tasso di 4,21 milioni di unità.

Il mese scorso l'inventario delle abitazioni è aumentato del 9% a 1,21 milioni di unità. L’offerta è aumentata del 16,3% rispetto a un anno fa. L’aumento delle scorte si è concentrato nelle case con un prezzo pari o superiore a 1 milione di dollari, dove l’offerta è aumentata del 34% rispetto a un anno fa.

"Le vendite di case nel complesso sono cambiate poco, ma il mercato di fascia alta sta registrando un aumento considerevole grazie alla maggiore offerta in arrivo sul mercato", ha affermato Lawrence Yun, capo economista della NAR.

Le vendite di case esistenti nel Nordest sono scese del 4% da marzo a un tasso annuo di 480.000 in aprile, un calo del 4% rispetto ad aprile 2023. Nel Midwest, le vendite di case esistenti sono scese dell’1% rispetto a un mese fa a un tasso annuo di 1 milione ad aprile, in calo dell'1% rispetto a un anno fa.

Le vendite di case esistenti nel Sud sono scese dell'1,6% da marzo a un tasso annuo di 1,9 milioni in aprile, in calo del 3,1% rispetto all'anno precedente. In Occidente, le vendite di case esistenti sono scese del 2,6% rispetto a un mese fa a un tasso annuo di 760.000 in aprile, con un aumento dell'1,3% rispetto a un anno prima.