Le Segherie svizzere dispongono di stock tronchi e segati fino all'autunno

giugno 28, 2018
Sorgente:
Christian Morasso
Visite:
115
  • text size

Il 25 giugno, la Swiss Timber Market Commission (CMB) ha condotto un'analisi della situazione del mercato del legname. In tutto il paese, i proprietari di foreste colpite dalle tempeste dello scorso inverno stanno subendo ingenti danni materiali che stanno compromettendo le loro finanze. In generale, l'economia svizzera rimane sana e consente al settore del legname di funzionare a pieno regime.

L'ottima situazione economica, un settore delle costruzioni in legno che beneficia di posizioni eccellenti, un portafoglio ordini completo: questi fattori hanno indotto le segherie a costruire scorte iniziali di legname rotondo. Contando i volumi della stagione del raccolto 2017/18 già consegnati, oltre a quelli che restano da lavorare nella foresta, la maggior parte delle segherie viene in gran parte immagazzinata fino all'autunno o addirittura al prossimo inverno. La domanda di legno dolce fresco è attualmente molto bassa, se non inesistente. Le quantità di windthrow di Eleanor / Burglind, Friederike, Evi e altre tempeste sono state ampiamente sottovalutate. Le segherie delle segherie sono quindi piene. Il mercato del legname di conifere è già contrassegnato dall'eccesso di offerta in quanto vi sono ancora riserve significative nella foresta.

Tagli obbligati in vista

In quota, i salti all'inizio dell'anno non sono ancora stati trattati o evacuati. In alcuni luoghi, il lavoro potrebbe essere esteso nei prossimi due mesi e fornire ulteriori volumi di legname rotondo.
Quindi, a seconda del tempo, sarà necessario contare con un'espansione della bostryche e dei corrispondenti volumi di legno colpito. È assolutamente necessario osservare da vicino la situazione e adottare senza indugio le necessarie misure di controllo. Bostrych woods dovrebbe essere modellato e scortecciato il più rapidamente possibile, o rimosso immediatamente dalla foresta.

Prezzo mantenuto per consegne già concordate

Attualmente il mercato non è in grado di assorbire né bosniaci né legni freschi. Per non alterare la buona collaborazione tra gli attori del mercato, questa situazione deve essere controllata congiuntamente dalle parti e devono essere trovate soluzioni appropriate per i casi particolari.
I partner del mercato del legno concordano sul mantenimento del livello dei prezzi e sulle raccomandazioni concordate nel gennaio 2018. La trasformazione tempestiva del legname già disponibile e le quantità ancora da venire rappresentano una grande sfida. come trovarli adatti punti vendita.

Raccomandazioni per i proprietari di foreste

La priorità assoluta deve essere data alle misure protettive. Windthrow e boschi dovrebbero essere commercializzati progressivamente, per fasi. Per alleggerire il mercato interno, dove esiste la possibilità, l'esportazione può essere utilizzata.
Raccomandiamo di fermare i tagli di legno dolce, almeno fino alla fine di agosto. Solo i boschi danneggiati dovrebbero essere trattati per proteggere la foresta. I tagli di legno tenero normale dovrebbero essere posticipati fino a quando il mercato del tondame si rilassa e si sente una domanda di legno fresco.
È anche importante esaminare da vicino se i tagli programmati nelle foreste di protezione possano essere rinviati fino al prossimo anno.
Ci arrenderemo momentaneamente per tagliare qualsiasi legno fresco in assenza di compratore concreto. La pianificazione del taglio deve essere fatta in modo tale da soddisfare rapidamente le esigenze dei partner di mercato. Si prevede che la domanda di legna fresca tornerà normale nel tardo autunno.
Una volta firmati i contratti e concordati i quantitativi, i tagli di legni duri e di legna da ardere saranno intrapresi senza indugio. Le segherie svizzere sono raccoglitrici di quercia che possono essere facilmente assorbite.
Consapevole delle circostanze speciali prevalenti, la Commissione del mercato del legname ha deciso di spostare la data della sua prossima riunione al 10 settembre 2018, al fine di tracciare un nuovo punto della situazione.